FARE BUCA… IN GIAMAICA !!!

Fra magioni coloniali “infestate” e percorsi sul mare, un tour dell’isola seguendo alcune delle buche più spettacolari del Mare del Caribe.

White Witch, la Strega Bianca: è questo il misterioso nome di un celebre percorso di golf in Giamaica, presso Montego Bay. Qui, secondo la leggenda, impazzerebbe dispettoso il fantasma di Annie Palmer, antica proprietaria della tenuta di Rose Hall. Una figura centrale nelle leggende isolane, specie per la fama persistente di aver successivamente ucciso i suoi tre mariti. Si dice che il suo fantasma distragga talvolta i giocatori locali per impedire loro di andare in buca. Quello che è sicuro è che la tenuta originaria è una delle poche sopravvissute alla ribellione degli schiavi delle piantagioni di canna da zucchero del 1831. E che il green offre oggi
uno spettacolare percorso dove tecnica e natura si fondono piacevolmente (green fee da 90 euro).

Dimenticando i fantasmi, per il soggiorno e, magari, una remise en forme completa in una spa internazionale (con rimedi rubati anche alla cultura indigena locale), il posto giusto è l’annesso Ritz Carlton Hotel (doppia da 240 euro a notte). Sempre a Montego Bay si dipana lo storico Half Moon, disegnato dal celebre golf architect Trent Jones. Impegnativo e stimolante, se vi si gioca per la prima volta è bene seguire i consigli di un caddie locale. Il Resort del Golf dispone di 197 tra camere e suite (green fee da 100 euro, camere da 250 euro).
Per chi sceglie invece le spiagge bianche della costa settentrionale, il golf ad hoc è il Sandals Golf & Country Club di Ocho Rios. Anche questo è un 18 buche dove, tra laghettibunkere la vista sul mare caraibico, la giornata nel verde trascorre felice, per concludersi, volendo, con un drink al rum e ghiaccio sulla veranda della clubhouse. Da ricordare che, se si soggiorna in uno dei Sandals, sono gratuiti il green fee e il transfer, e c’è la possibilità di affittare i ferri a costi contenuti (doppia da 380 euro a notte).

Per chi infine predilige la zona sudovest c’è il Negril Hills, percorso mosso, con ostacoli d’acqua, su cui far sfoggio del proprio swing (green fee da 40 euro). Per il soggiorno si può optare per il vicinoBeaches Negril Resort & Spa (doppia da 360 euro).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tag:

Categorie: Caraibi e Sud America, Lungo raggio (oltre 6 ore di volo), Mare, Sport e avventura

Iscriviti alla nostra Community

Compila i campi testo qui a lato per registrarti ed accedere alla Sezione Utenti Registrati. Avrai così accesso a molte opportunità tra cui la possibilità di condividere le tue esperieze.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: